Parrocchia San Giorgio Martire - Porcia
Diocesi Concordia - Pordenone

HOME PAGE NOTIZIARIO S. MESSE PELLEGRINAGGI STORIA PATRONO ATTIVITÀ STRUMENTI ARCHIVIO
DOPO LA
CAMPANELLA

Da settembre
a giugno


CASA ALPINA
Santa Maria Barcis

Stagione 2019


La Parrocchia
Il Parroco
La Parrocchia
Le Chiese

Attività

Annuncio Celebrazioni 2019

Pellegrinaggi, Gite
Catechismo 2019/20 new
Corsi per fidanzati
2018/19

Sagra dell'Assunta 2019
Grest 2019
Dopo La Campanella
2019/2020
new


Gruppi - Associazioni

ACI - Azione Cattolica
A.G.E.S.C.I. - Scout
CL - Comunione Liberazione
Associazione Giovanni Paolo II
Scuola Materna Monumento ai Caduti
Gruppo di Preghiera S. Pio di Pietralcina
Gruppo Storico Carlo V
Comunita Neocatecumenale
Arcobaleno
Polisportiva San Giorgio
Società San Vincenzo De Paoli
Coro parrocchiale San Giorgio


Tradizioni
Tradizioni religiose
... in cucina!


Rassegna Stampa

Il parere cattolico sugli avvenimenti.
By C.L.




INVITO ALLA LETTURA


Si vive solo per morire?

di padre Mauro Giuseppe Lepori,
abate Generale Cistercense
Cantagalli Editore 2016

Che senso ha vivere se dobbiamo morire? Questo saggio è stato ispirato essenzialmente da questa domanda. Che senso ha la vita umana, così grande e così fragile, così sublime e così misera, tesa all’infinito e sfidata dal limite? È questa la domanda che anima il desiderio di vivere e stimola la ragione. E la risposta adeguata non può mai essere solo un discorso astratto, una teoria, ma la testimonianza di un’esperienza, di un incontro, di un avvenimento che soddisfano il cuore placando la sua naturale inquietudine. Solo un’esperienza di vita che vince la morte senza censurarla è la risposta adeguata alla vita che domanda una pienezza più grande dei suoi limiti.


Il nome di Dio è Misericordia
Una conversazione con Andrea Tornielli

di Papa Francesco (Jorge Mario Bergoglio), Tornielli Andrea
PIEMME Editore 2016

Con parole semplici e dirette, papa Francesco si rivolge a ogni uomo e donna del pianeta instaurando un dialogo intimo e personale. Al centro, c'è il tema che più gli sta a cuore - la misericordia - da sempre fulcro della sua testimonianza e ora del suo pontificato. In ogni pagina vibra il desiderio di raggiungere tutte quelle anime - dentro e fuori la Chiesa - che cercano un senso alla vita, una strada di pace e di riconciliazione, una cura alle ferite fisiche e spirituali. In primo luogo quell'umanità inquieta e dolente che chiede di essere accolta e non respinta: i poveri e gli emarginati, i carcerati e le prostitute, ma anche i disorientati e i lontani dalla fede, gli omosessuali e i divorziati.
Nella conversazione con il vaticanista Andrea Tornielli, Francesco spiega - attraverso ricordi di gioventù ed episodi toccanti della sua esperienza di pastore - le ragioni di un Anno Santo straordinario da lui fortemente voluto. Senza disconoscere le questioni etiche e teologiche, ribadisce che la Chiesa non può chiudere la porta a nessuno; piuttosto ha il compito di far breccia nelle coscienze per aprire spiragli di assunzione di responsabilità e di allontanamento dal male compiuto.


L'isola della misericordia di Dio nei bassifondi di Calcutta

di Medanki Andand Andrew
SEGNO Editore Dicembre 2016

“L’isola della misericordia di Dio nei bassifondi di Calcutta”, rifacendosi al grande esempio di Santa Madre Teresa di Calcutta durante il Giubileo straordinario della Misericordia, vuole essere una rilettura ed una riflessione sulle opere di misericordia corporali. Ci mostra lo stile di vita di questa santa perché possiamo seguirne le orme oltre le strade e i bassifondi di Calcutta nelle nostre parrocchie, nelle nostre comunità e in ogni parte del mondo per diventare noi stessi isole di misericordia in mezzo al mare dell’indifferenza.


L'infanzia di Gesù

di Joseph Ratzinger - Benedetto XVI,
edito da Rizzoli e Libreria Editrice Vaticana (LEV)

Il primo capitolo è dedicato alla genealogia del Salvatore nei Vangeli di Matteo e di Luca, tra loro molto diverse, ma entrambe con lo stesso significato teologico-simbolico: la collocazione di Gesù nella storia e la sua vera origine come principio, un nuovo inizio nella storia del mondo.
Il tema del secondo capitolo e l'annuncio della nascita di Giovanni Battista e di quella di Gesu. Rileggendo il dialogo tra Maria e l'Arcangelo Gabriele secondo il Vangelo di Luca, Joseph Ratzinger spiega che, attraverso una donna, Dio cerca un "nuovo ingresso nel mondo". "Creando la libertà, Dio, in un certo modo, si e reso dipendente dall'uomo. Il suo potere è legato al "si" non forzato di una persona umana". E così che, solo grazie all'assenso di Maria, può cominciare la storia della salvezza.
Al centro del terzo capitolo troviamo poi l'evento di Betlemme e il contesto storico della nascita di Gesù, l'impero romano che - sotto Augusto - si estende da Oriente a Occidente e, con la sua dimensione universale, consente l'ingresso nel mondo di "un universale portatore di salvezza" e, difatti, "la pienezza dei tempi". I singoli elementi del racconto della nascita sono densi di signilicato: la povertà in cui "il vero primogenito dell'universo" sceglie di rivelarsi, e dunque lo "splendore cosmico" che avvolge la mangiatoia; l'amore speciale di Dio per i poveri, che si manifesta nell'annuncio ai pastori; e le parole del Gloria, oggetto di traduzioni controverse.
Ai Magi sapienti, che avevano visto sorgere la stella "del re dei Giudei" ed erano venuti per adorarlo, e alla fuga in Egitto, e dedicato il quarto capitolo. Dove le figure dei magi, ricostruite attraverso una ricca gamma di informazioni storico-linguistiche e scientifiche, sono delineate come emblema affascinante dell'inquietudine, della ricerca e dell'attesa interiore dello spirito umano.
Infine l'Epilogo, con il racconto - secondo il Vangelo di Luca - dell'ultimo episodio dell'infanzia di Gesù, l'ultima notizia che abbiamo prima dell'inizio della sua vita pubblica con il battesimo nel fiume Giordano. E l'episodio dei tre giorni, durante il pellegrinaggio di Pasqua, in cui Gesù dodicenne si allontana da Maria e Giuseppe e rimane nel Tempio di Gerusalemme a discutere con i "dottori". Egli, che "cresceva in sapienza, età e grazia", si manifesta qui nel mistero della sua natura di vero Dio e, insieme, di vero uomo, che - "ha pensato ed imparato in maniera umana".
I primi due volumi del Gesu di Nazareth di Joseph Ratzinger - Benedetto XVI, dedicati alla vita pubblica di Cristo, "Dal Battesimo alla Trasfigurazione" (Rizzoli) e "Dall'ingresso in Gerusalemme fino alla risurrezione" (Libreria Editrice Vaticana), sono stati pubblicati rispettivamente nel 2007 e nel 2011 e sono presenti nel catalogo BUR.


GESU' DI NAZARET
Dal Battesimo alla Trasfigurazione

di Joseph Ratzinger - Benedetto XVI
Rizzoli 2007

"Ho voluto fare il tentativo di presentare il Gesù dei Vangeli come il Gesù reale, come il "Gesù storico" in senso vero e proprio. Io sono convinto che questa figura è molto più logica e comprensibile delle ricostruzioni con le quali ci siamo dovuti confrontare negli ultimi decenni." BENEDETTO XVI

Benedetto XVI affronta il mistero del Figlio di Dio con gli strumenti del grande teologo e il carisma del Pastore di popoli, percorrendone la vicenda dal Battesimo fino alla crocifissione e alla Trasfigurazione sul Monte Tabor. Al centro della ricostruzione c'è la figura storica del Messia, così come ci è tramandata da Vangeli e fonti alternative: una prospettiva che evidenzia la grandezza di Cristo, perchè "proprio questo Gesù è storicamente sensato e convincente".
Questo libro toccante - parte di un percorso che unisce esegesi biblica e incontro spirituale - ci regala preziosi spunti per comprendere ancora più a fondo la grandezza dirompente del Nazareno: la sua figura e le sue parole hanno superato radicalmente speranze e aspettative della sua epoca, e la sua umanità ha messo in discussione tutte le categorie disponibili, rendendosi comprensibile solo a partire dal miracolo di un Dio che si è rivelato nel farsi completamente umano.


GESU' DI NAZARET
Dall'ingresso in Gerusalemme fino alla risurrezione

di Joseph Ratzinger - Benedetto XVI
Libreria Editrice Vaticana 2011

Nel secondo libro dedicato alla figura di Gesù di Nazaret, Benedetto XVI torna a riflettere sul mistero cristiano, concentrandosi sugli episodi evangelici che, dall'ingresso in Gerusalemme, culminano nella risurrezione dalla morte. Un arco temporale in cui emergono le narrazioni fondamentali della vita del Nazareno, ognuna delle quali rappresenta uno stimolo per affrontare questioni teologiche dai profondi risvolti umani; una parabola spirituale che ne sottolinea la grandezza e allo stesso tempo la vicinanza, la concretezza e il senso storico. Unendo la precisione documentaria alla profonda comprensione figurale, Benedetto XVI ci propone un ritratto di Gesù che si delinea come una "cristologia dal basso", uno sguardo e un ascolto che hanno la forza di un incontro.


Rapporto Sulla Fede
Vittorio Messori a colloquio con Joseph Ratzinger

Edizioni San Paolo 1985

Leggi il libro on-line

Questo libro, esaltato da alcuni - ed esecrato da altri - come il "manifesto" che chiudeva la fase tellurica del post-Concilio, è ormai entrato tra i testi di riferimento della storia della Chiesa. Uscito nel 1985, l'anno stesso in cui si apriva il Sinodo per i vent'anni dalla fine del Vaticano II, raggiunse in tutto il mondo diffusioni da best-seller. In effetti, per la prima volta nella storia, un Prefetto dell'ex-Sant'Uffizio parlava "a cuore aperto", con lucido e coraggioso realismo, affidando le sue riflessioni sulla fede oggi a un giornalista. Questo Rapporto sulla fede è ormai un classico, ma è sempre bruciante la sua attualità di punto obbligato di riferimento per comprendere presente e futuro della cristianità.


Cerca con



ANNO PASTORALE
2018-2020
Visita Pastorale
www.pastoralepn.org

"Oggi devo fermarmi a casa tua" Lc 19,5

Lettera pastorale
del Vescovo Giuseppe



Cerca nella BIBBIA
Per citazione
es. Mt 28,1-20):
Per parola:











 Don Daniele Fort
 parroco@sangiorgio-porcia.it
HOME PAGE
1024X768
Enrico Rosset - Guido Fradeloni 
webmaster@sangiorgio-porcia.it